Le sei startup italiane selezionate al Global Investor Summit di Ourcrowd

0

Ecco le startup che, con Intesa Sanpaolo, puntano gli occhi verso Israele per sfruttare le opportunità del Global Investor Summit di Ourcrowd.

Tra le imprese italiane selezionate siamo contenti di ritrovare Italian Artisan; risale infatti ad un anno fa l’intervista al ceo, David Clementoni , su Quoziente Giovani. Italian Artisan, si rivolge al B2B, con un focus sui produttori artigiani e sui piccoli brand che spesso hanno difficoltà a stare sul mercato internazionale. La startup si propone di salvaguardare la tradizione manifatturiera italiana, dandole la possibilità di essere valorizzata online e, quindi, scovata dai grandi acquirenti della moda.

Un’altra startup che si è recata in Israele è NearIT, che ha raccolto un milione e mezzo di euro grazie ad un sistema, integrabile in ogni app, che consente ai brand della moda di fare marketing di prossimità e aumentare il coinvolgimento degli utenti.

C’è poi Xyzbag la startup che ha applicato la tecnologia 3D alla progettazione di borse personalizzate e DIS, Design italian shoes, che dà la possibilità di diventare stilisti delle proprie scarpe, scegliendo personalmente materiali e rifiniture.

Duedilatte è l’altra startup che ha partecipato al Global Investor Summit di Ourcrowd ed è riuscita ad unire moda e bio-ingegneria, producendo così abbigliamento in fibra di latte riutilizzando le eccedenze di caseina che vengono scartate dall’industria alimentare cosmetica.

Infine, Else Corpe, la startup di Andrey Golub che ha raccolto 1,6 milioni di finanziamenti per aver ideato una piattaforma tecnologica avanzata per il virtual retail di lusso su misura.

Share.

Comments are closed.