LG per l’intelligenza artificiale con DeepThinQ

0

Si chiama DeepThinQ la nuova tecnologia d’’intelligenza artificiale proprietaria che Lg Electronics sta sviluppando. Obiettivo è quello di lanciare prodotti sempre più innovativi. L’annuncio è stato fatto dalla società a Las Vegas, in occasione del Ces 2018. Nel 2017, nello stesso periodo in cui in Corea nasceva un laboratorio d’intelligenza artificiale targato LG, la società mise appunto DeepThinQ 1.0, proprio allo scopo di velocizzare la ricerca nel campo dell’IA. DeepThinQ 1.0 è stato sviluppato da zero, e supporta le più importanti piattaforme tecnologiche come Android, Linux e webOS. Esso consente una facile integrazione dell’intelligenza artificiale in una vasta gamma di prodotti, dai device mobile agli elettrodomestici. Tra le funzioni di DeepThinQ ci sono quella del riconoscimento vocale fino ai video con sensori per il rilevamento dello spazio e rilevatori del corpo umano. Il fascino di DeepThinQ sta nel fatto che i prodotti sviluppati attraverso la piattaforma “imparano da sé” e diventano sempre più intelligenti, attingendo le informazioni dal cloud server. Questa funzione di apprendimento è il cuore di DeepThinQ e consente ai prodotti con intelligenza artificiale di LG di comprendere non solo il proprio ambiente circostante ma anche il modello comportamentale dei loro utenti. Ad esempio, il condizionatore d’aria LG ThinQ apprende nel tempo i modelli di comportamento degli utenti e raffresca automaticamente i locali in base alle loro temperature preferite. Non a caso il Dr. IP Park, Chief Technology Officer di LG Electronics ha parlato di DeepThinQ come l’incarnazione della filosofia “aperta” della società, che consiste nell’offrire ai clienti le soluzioni di intelligenza artificiale più efficaci mediante una strategia di piattaforma, partnership e connettività aperte. Insomma, ancora una volta sistemi di intelligenza artificale cambieranno completamente il modo in cui i consumatori utilizzano i prodotti e questo perché i prodotti ThinQ apprenderanno le loro abitudini per fornire loro servizi intelligenti.

Share.

Comments are closed.