BLAST, l’evento internazionale che trasformerà Roma in un hub per l’innovazione digitale

0

Dal 10 al 12 maggio 2017 la Nuova Fiera di Roma ospiterà BLAST , il primo tech event internazionale indipendente in Italia, co-organizzato da Fiera di Roma e Blast Srl., dedicato al mondo delle startup e dell’innovazione digitale.

BLAST è alla sua prima edizione e dedicherà 3 giornate all’incontro tra startup, investitori, aziende, incubatori, acceleratori e media di tutto il mondo. L’appuntamento colma un vuoto nel panorama italiano e punta a diventare un momento di riferimento internazionale per il settore (la lingua dei lavori sarà in inglese).

“Questo nuovissimo format, il secondo introdotto dall’avvio della nuova gestione dopo quello della ‘Country Presentation’, – commenta l’Amministratore unico di Fiera Roma Pietro Piccinetti -ratifica con forza la ripartenza della Fiera della Capitale. Con questa intensa tre giorni dedicata al mondo delle start up e dell’innovazione a tutto tondo, il nostro Polo fieristico punta a restituire centralità anche in questi settori a Roma e al Paese. L’Italia e la sua Capitale – che ha tutte le carte in regola per non avere nulla da invidiare a nessun’altra città d’Italia, d’Europa e del mondo – sono da sempre scrigno di ingegno, idee e inventiva e devono riuscire a essere un riferimento europeo e globale anche per quel che riguarda il tech e le sue applicazioni. Essere motore di questo processo di sviluppo è il nostro primo obiettivo come Fiera”.

Con più di 60 partner tra supporting, technical, media, acceleratori e incubatori, nazionali ed internazionali, un gold sponsor come Samsung Italia e un gemellaggio con un altro dei più innovativi eventi italiani di settore, HEROES, meet in Maratea, Roma e tutta l’Italia diventano un vero e proprio hub dell’innovazione, allineandosi, così, a ciò che già succede nelle cosiddette “Startups Cities” europee, come Berlino, Londra, Vienna, Barcellona, Varsavia o Lisbona che già hanno puntato su eventi di questo tipo.

“In Europa contiamo, escludendo l’Italia, oltre 53.000 Tech Conference, dai piccoli meeting ad almeno 30 Big Events che stanno cambiando e contribuendo a far crescere l’ecosistema dell’innovazione digitale e delle sue startups, vertiginosamente e incredibilmente. I Tech Events ne sono un tassello importante e trainante in un puzzle che sta diventando ogni giorno più complesso e più ricco”, sottolineano i cofounder di BLAST.

I dati forniti dal European Venture Capital Report 2016 di Dealroom ci raccontano un’Europa che punta sull’ecosistema startup e che in totale ha ottenuto investimenti pari a 16,2 miliardi di euro. In testa si trova la Francia con investimenti pari a 2,7 miliardi di euro. Solo undicesima l’Italia con 162 milioni.

La differenza è evidente, soprattutto se decontestualizzata dal sistema paese. Tuttavia, dai dati dell’Osservatorio Startup Hi-Tech della School of management del Politecnico di Milano, risulta che in Italia la crescita degli investimenti in startup nel 2016 rispetto all’anno precedente è pari al 24%, passando da 147 milioni di euro a 182 milioni di euro (che in ogni caso è un dato più alto da quello rilevato da Dealroom). A questi numeri, poi, si aggiunge anche l’investimento di natura internazionale pari a 35 milioni di euro. Quest’ultimo dato, da una parte conferma l’elevata competenza dei talenti italiani, dall’altra è comunque un investimento ancora troppo basso, ma che può aumentare con strumenti come i tech event il cui ruolo è proprio quello di attrarre interessi di tutto il mondo in Italia e promuovere possibilità di business.

Il format dell’evento, difatti, è costruito per facilitare tutto ciò. 5mila metri quadri dove trovano spazio: il palco principale dove tech influencer, investitori e founder delle aziende più innovative di tutto il mondo – dalla Silicon Valley all’Europa – discuteranno delle tecnologie e dei mercati più all’avanguardia; il palco della Startup Academy, dove esperti e tecnici terranno workshop sull’imprenditorialità, sul mondo delle startup e sulle soft skill e acceleratori e incubatori presenteranno le loro call e i loro programmi; il palco della Startup Arena dove le startup concorreranno per aggiudicarsi un premio di 30.000 € messo in palio dall’organizzazione oltre ad un Side Award, messo in palio da Samsung Italia, che premierà la startup che durante l’evento si sarà distinta per il carattere di innovazione e un progetto in linea con i valori di Samsung con  programma di mentorship della durata di due giorni presso la sede italiana di Samsung, a cura del team di Product&Solutions e i partner locali dell’azienda coreana; l’Exhibition Area, dove avranno un proprio spazio espositivo startup e aziende, e una Meeting Area, dedicata agli incontri one-to-one tra founder, investor e aziende, oltre che un programma di mentorship dedicato.

Ogni edizione di BLAST è strutturata verticalmente su settori specifici e quest’anno gli ambiti prescelti sono: Virtual Reality/Augmented Reality, Artificial Intelligence, Fintech, Foodtech, IoT & Industry 4.0. In questo modo gli addetti ai lavori potranno dedicare le 3 giornate ad argomenti specifici di loro interesse, aumentando così le probabilità di avviare contatti utili per il futuro e fornire reali spunti di riflessione e crescita.  Quest’anno le selezioni sono aperte per al massimo 150 startup appartenenti a queste industry.

Per la parte di conference BLAST ospita più di 50 top speaker, tra i quali, per esempio, Scott Arpajian, CEO della Softonic, che parlerà di “Kids & Tech”, portando sul palco tutta la sua esperienza professionale. Tra le altre cose, prima di entrare in Softonic, Arpajian  è stato anche VP della Disney Interactive, nonché co-fondatore e Senior VP di Download.com, che durante i 10 anni della sua direzione ha incrementato il proprio business di oltre 50 milioni di utenti mensili e circa 40 milioni di dollari di fatturato annuo.

Uno dei panel tematici focalizzati sul fintech vedranno lo scambio di opionioni tra diversi top influencer e top investor come Spiros Margaris, N° 1 Global Fintech Influencer (Top 100 Fintech Influencers and Brands by Onalytica  Jul. 2016) e N°2 Global InsurTech Influencer  (Top 100 InsurTech Influencers and Brands by Onalytica  Nov. 2016) e Bernard Moon di SparkLabs Global Venture direttamente dalla Silicon Valley.

L’innovazione e la funzione chiave delle nuove tecnologie per lo sviluppo economico sono tra i valori fondanti di Samsung, in Italia come nel resto del mondo. Per questo motivo abbiamo aderito con entusiasmo alle attività di BLAST e siamo convinti che la partecipazione di Samsung sarà un ulteriore stimolo per le startup partecipanti nel dimostrare tutto il carattere innovativo dei propri progetti. L’Italia è un paese assolutamente ricco di idee all’avanguardia in diversi settori industriali, e in uno scenario dove le tecnologie diventano sempre più permeanti per il business sia delle grandi che delle piccole e medie imprese, sarà per noi un piacere confrontarci e condividere diversi spunti progettuali con i migliori founder italiani” afferma Antonio Bosio, Product and Solutions Director di Samsung Electronics Italia.

Sito Web

Facebook

Twitter: @Blast_project

Per informazioni clicca qui

Per accrediti stampa clicca QUI

Startup Program

Per saperne di più su come iscirversi per partecipare a BLAST con i codici sconto entro il 20 aprile leggi l’articolo

Share.

Comments are closed.