Salvatore Paci, l’allevatore di Arquata del Tronto diventa il simbolo dell’impegno di Coldiretti per il terremoto

0

L’emergenza terremoto che ha devastato l’Appennino centrale colpendo Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche ha sconvolto l’Italia tutta risvegliando l’immenso senso di generosità e solidarietà nei nostri connazionali.
Sono tanti gli eroi di questi giorni: i vigili del fuoco e tutte le forze dell’ordine, i volontari della Protezione civile che da giorni senza sosta scavano nelle macerie cercando superstiti anche se le speranze ormai si sono completamente spente.
Tra questi “eroi comuni”, c’è anche Salvatore Paci, 33enne allevatore di Arquata del Tronto, che è diventato un po’ il simbolo dell’impegno dei giovani di Coldiretti Marche.

Anche l’azienda di Salvatore è stata colpita dal terremoto, ma fortunatamente non in maniera grave e lui ogni mattina parte con il suo camion per ritirare il latte dalla altre aziende, anche quelle difficilmente raggiungibili a causa del sisma, per evitare che vada buttato. Terminato il giro, il pomeriggio si reca sulle zone più colpite per dare il suo sostegno all’attività di soccorso coordinandosi con la Protezione Civile. La sua giornata, però, non finisce qui, e la sera, insieme ad altri giovani agricoltori, organizza delle ronde anti sciacallaggio per evitare saccheggi nelle case crollate e nelle attività commerciali abbandonate a seguito del terremoto.

Come Salvatore ci sono tanti altri giovani agricoltori e allevatori dei paesi colpiti dal sisma che si rimboccano le maniche per affrontare questa emergenza. Su di loro si baserà la ricostruzione di queste zone, una rinascita che non potrà prescindere dalle attività imprenditoriali e dalla loro ripresa.
Salvatore Paci è diventato il volto dell’impegno della Coldiretti Marche che ha messo a disposizione della Protezione civile, fin dalle prime ore dopo il terremoto, i propri trattori, oltre a derrate alimentari. Inoltre la mobilitazione continuerà anche nei prossimi giorni e, per consentire ad agricoltori, cittadini, strutture economiche e cooperative lungo tutta la Penisola di collaborare in questa azione di solidarietà ha aperto uno specifico conto corrente denominato “Coldiretti PRO-TERREMOTATI” (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000) dove indirizzare la raccolta di fondi.

Share.

Comments are closed.