Supermercato 24, la spesa si fa online con consegna a domicilio. Sfida aperta ad Amazon

0

Supermercato 24 è la startup nata da meno di due anni che promette di risolvere uno dei grandi gap dell’e-commerce: fare spesa online. L’idea è venuta in mente a Enrico Pandian, veronese, classe 1980. Il progetto è semplice: si inserisce un cap che indica la provenienza, si seleziona un supermercato tra quelli che hanno aderito alla piattaforma, si fa spesa ed entro un’ora un fattorino bussa alla porta e consegna gli acquisti.

L’idea, come ha spiegato Pandian, è maturata per soddisfare quella che era un’esigenza del fondatore: impegnato in continui viaggi tra Verona e Londra, non riusciva a fare spesa, e qualora provava a fare acquisti online, la merce arrivava sempre il giorno dopo quando magari era nel Regno Unito. Così, imitando Instacart, altra startup statunitense, nel settembre 2014 nasce Supermercato 24.

I primi clienti sono impiegati o anziani, e non giovani, come si sarebbe aspettato il fondatore, a dimostrazione che l’esigenza di un servizio del genere era comune a varie fasce sociali. Dalla fondazione ad oggi la crescita è stata costante, nonostante le difficoltà iniziali nel reperimento di finanziamenti. La svolta è arrivata a gennaio 2015 con la vittoria del contest 360by360, che ha permesso di vincere un finanziamento da 360 mila euro, poi un investimento di 1,5 milioni sottoscritto da Business Angel e da lì la crescita di Supermercato 24 è diventata inarrestabile. Oggi Supermercato 24 conta 25 dipendenti nella sede di Verona e più di 800 fattorini che consegnano la spesa a domicilio. Le cifre del business sono impressionati. Supermercato 24 serve 16 province e oltre 300 comuni, per una media di 500 consegne al giorno. La piattaforma conta 40 mila iscritti. Stando a quanto riporta il Corriere della Sera, il fatturato è di 750 mila euro ma la proiezione di quest’anno è di 5 milioni.

Per farsi consegnare la spesa si paga un prezzo di 4,90 euro, mentre anche sui prodotti scelti si paga un piccolo sovrapprezzo rispetto a quello esposto sullo scaffale. Ma quest’ultimo potrebbe presto essere cancellato, grazie agli accordi con le catene della Grande Distribuzione Organizzata. I marchi della GDO non spaventano Pandian, perché nessuno di loro ha fino ad ora saputo sviluppare programmi di consegne a domicilio. La sfida vera arriva da Amazon. Il colosso del commercio online sta mettendo in piedi il servizio Prime Now che si propone di consegnare beni alimentari in giornata. In Italia ha già stretto un accordo con Unes e NaturaSì. E come si fa a sfidare Amazon? Semplice, sottraendogli il management. Il nuovo amministratore delegato di Supermercato 24 è  Federico Sargenti, che in Amazon ha diretto per anni il settore FMCG (Grocery, Wine, Beauty, Health & Personal Care).

Insomma, sarà una competizione esaltante, il finale è tutto da scrivere.

Share.

Comments are closed.