Elon Musk: da bambino prodigio a inventore imprenditore tra i più pagati al mondo

0

All’età di dodici anni vendette il suo primo videogioco, chiamato BLASTAR, per 500$. Da lì, un’escalation che l’ha portato oggi alla direzione di aziende di successo, con un patrimonio stimato di 215 milioni di dollari.

Secondo l’ottica americana, Elon Musk sarebbe l’incarnazione del vero genio. L’unico erede legittimo dell’ormai defunto Steve Jobs. Il genietto che a soli dodici anni inventò un videogioco e che se lo fece pagare ben 500$, oggi è uno degli imprenditori più pagati al mondo, con un patrimonio stimato di 215 milioni di dollari.

Elon MuskSe qualcuno non avesse ancora capito di chi stiamo parlando: vi dice qualcosa ”Paypal” o ”Tesla Motors”? Ebbene sì, è proprio lui il papà di queste aziende che in poco tempo hanno raggiunto livelli di eccellenza mondiale e che hanno fatto di lui l’inventore-imprenditore numero uno.

Musk nasce a Pretoria, in Sudafrica, il 28 giugno 1977. A diciassette anni viaggia tra Canada e Stati Uniti e si laurea in economia e fisica all’Università della Pennsylvania, Wharton School.

Nel 1995 fonda con suo fratello ZIP2, che forniva contenuti online. Nel 1999 l’azienda viene acquistata per 307 milioni di dollari in denaro e 34 milioni in stock option. Nello stesso anno, Musk cofonda X.COM, una compagnia di servizi finanziari online e di pagamenti via e-mail che, un anno dopo, si fonde con CONFINITY, dando origine a PAYPAL, come la conosciamo nella sua forma odierna.

Negli anni successivi, fonda altre aziende di enorme successo, quali TESLA MOTORS (società intenta a dimostrare che le auto elettriche siano migliori di quelle a benzina), SOLARCITY (società fornitrice di energia elettrica prodotta mediante impianti fotovoltaici) e SPACEX (società che progetta e costruisce lanciatori spaziali razzo parzialmente riutilizzabili e veicoli spaziali per il trasporto orbitale di persone e merci), che gli fanno guadagnare l’appellativo di ”visionario”, anche perché, come dichiara lui stesso, il suo intento principale sarebbe quello di portare l’uomo su Marte e non solo. Insomma, Elon Musk sembra essere la sintesi perfetta tra genio ed eccentricità.

Nel 2014 è diventato famoso, non solo per la sua capacità di visionario, ma anche per il suo fiuto per gli affari. Lo scrive la rivista Quartz, citando la strabiliante performance di borsa di Tesla, che ha chiuso l’anno in rialzo del 50% rispetto alla fine dell’anno 2013.

Nel 2010, il TIME riconosce Musk come uno dei cento personaggi che più hanno infuenzato il mondo e inoltre riceve dall’istituto americano di aeronautica il premio George M. Low Space Transportation Award per il ”contributo più rilevante nello sviluppo di sistemi di trasporto spaziale commerciale, usando innovativi approcci a basso prezzo”.

Il rivoluzionario Musk sta, insomma, diventando un vero e proprio fenomeno pop, al punto che appare anche in dei cammei in cartoni animati e sit-com di culto, tra i quali i Simpson e Big Bang Theory, mostrando qui anche il suo lato comico.

Share.

Comments are closed.